novembre 2015

Umbria Economia, il nuovo numero

Umbria Economia è la rivista regionale più importante di analisi e approfondimento dell’economia reale in Umbria con dossier speciali sui settori economici trainanti e sul mercato interno e la valorizzazione dei protagonisti della regione in vendita da sabato 28 novembre in tutte le edicole a 2 euro e negli store digitali Google Play, App Store eAmazon Kindle a 0,99 centesimi.

Un “luogo” di analisi, con interviste ed interventi dei rappresentanti delle Istituzioni, delle parti economiche e sociali, della finanza, del mondo accademico e della ricerca.

Umbria Economia è anche una vetrina delle principali imprese umbre, dei vari settori e territori, attraverso la quale raccontare i propri successi. Oltre al magazine, la testata propone anche un portale web d’informazione economica regionale: www umbriaeconomia.it che offre sezioni tematiche sul mondo della finanza del credito, dei consumatori e focus sui settori Ict, agroalimentare e immobiliare.

 

Per acquistare la versione digitale di Umbria Economia, cliccare qui

 

 

Share

Umbria Economia, il nuovo numero in edicola da sabato 28 novembre

In edicola, da sabato 28 novembre, Umbria Economia, il settimanale di informazione economica e finanziaria edito da Geu Gruppo Editoriale Umbria 1819.

Nel nuovo numero…

  • Isis e terrorismo: i rischi per il business delle imprese della regione, tra turismo ed export.
  • Legge di Stabilità, primo sì al Senato: le novità e gli importi per gli umbri.
  • Decreto “salva-banche”, a Perugia lo sfogo dei piccoli azionisti: <Perso tutto, i responsabili devono pagare>. Si muovono le associazioni dei consumatori.
  • Legalità, il grido di allarme dei commercianti: 8 su 10 hanno dovuto “difendere” il proprio esercizio da ladri, rapinatori, spacciatori e abusivi.
  • L’indagine Cna: così è cambiata l’Umbria negli anni della crisi.
Share

«Vendite, ora è prematuro parlare di ritrovata normalità: il mercato è falsato»

di Sara Bernacchia

Ruggero Campi: «Assicurazioni, servono oggettività e la revisione di alcuni parametri». I dati parlano di un aumento delle immatricolazioni, di un settore che ricomincia a crescere mentre la politica interviene a modificare alcuni aspetti importanti per la quotidianità degli automobilisti. Di questo e di altri temi d’attualità ha parlato il presidente dell’Automobile Club Perugia, Ruggero Campi.

Share

Tante assunzioni, ma 80mila ancora cercano un posto

di Matteo Borrelli

Posti di lavoro in crescita nella regione, grazie alla parziale ripresa economica ed agli incentivi per stabilizzazioni e nuove assunzioni.  A giugno quarto trimestre di seguito con il segno più grazie alla spinta degli incentivi.

Share

Dadi e giocatori sul tavolo del credito

di Massimo Sbardella

Le scelte strategiche del credito in Umbria? Chiedere a Torino, Milano, Desio, Bari, Magari, si può provare a sentire cosa ne pensano dalle parti di qualche centro minore della regione, premurandosi però subito dopo di chiedere conferma a Roma. Questo l’esito del risiko della finanza umbra. A mettere i dadi sullo scacchiere ci hanno pensato i nomi altisonanti della finanza pubblica e della politica italiana: Giuliano Amato, Guido Carli, Lamberto Dini, Carlo Azeglio Ciampi.

Share

Gruppi nazionali vs banche locali: ecco gli effetti del risiko del credito

di Roberta Pascolini

Prestiti, i grandi più restii ad aprire la borsa. Con le concentrazioni stretta sugli sportelli.  Il grado di concentrazione nel mercato dei prestiti regionali è tornato ad aumentare dopo sei anni di calo: la quota dei primi cinque gruppi operanti in regione è salita al 64,5%. Al contrario, invece, non si riesce a frenare l’inarrestabile contrazione della dotazione di sportelli che, ampliando l’orizzonte temporale dell’analisi al periodo antecedente la crisi, risulta essere rilevante (-8,7%).

Share

Gruppi nazionali vs banche locali: ecco gli effetti del risiko del credito

di Roberta Pascolini

Prestiti, i grandi più restii ad aprire la borsa. Con le concentrazioni stretta sugli sportelli. Banche entrate in grandi gruppi nazionali e piccoli istituti locali: ecco come il risiko della finanza ha cambiato negli ultimi anni i servizi creditizi nella regione in base ai dati forniti dalla Banca d’Italia

Share

«Opere urgenti e irrinunciabili, rimaste ferme a causa della crisi»

di Cristiana Mapelli

Raffaele Celia, nuovo capo dipartimento Anas per l’Umbria:  «Garantire più sicurezza e ammodernamento». Un investimento complessivo per lavori di manutenzione straordinaria di circa 33milioni di euro, di cui 20milioni per i lavori sul raccordo Perugia – Bettolle. L’Anas, che in Umbria gestisce circa 600 chilometri di strade statali, di cui 285 a quattro corsie, con oltre 70 gallerie della lunghezza complessiva di 38 chilometri, ha ottenuto un investimento importante per attuare lavori importanti e urgenti.

Share

Umbria, c’è il boom di immatricolazioni: ad ottobre +20%

di Sara Bernacchia

La fotografia del settore a livello regionale. In ripresa anche i passaggi di proprietà. Il settore automobilistico in Umbria, un’analisi dei numeri e delle dinamiche. Il comparto dell’automobile, come molti altri, nel corso degli ultimi anni ha subito profondi cambiamenti, che sono indicatori dei processi registrati anche a livello nazionale.

Share

Le imprese confermano: ora si vede “la luce”

L’andamento dell’economia umbra nel terzo trimestre dell’anno? “Accettabile, ma non memorabile”, è il commento che arriva da Confindustria Umbria a seguito della tradizionale indagine congiunturale condotta in collaborazione con l’Università di Perugia tra le imprese della regione.

Share