PERUGIATERNIFOLIGNOCITTA’ DI CASTELLO–  SPOLETOORVIETOBASTIAASSISITRASIMENONARNIAMELIATODIMARSCIANOGUBBIOGUALDONOCERA

Le piogge record delle ultime settimane hanno fatto aumentare di 60 centimetri le sponde rispetto allo scorso autunno

La primavera particolarmente piovosa fa bene al lago Trasimeno che rispetto al settembre scorso ha guadagnato 60 centimetri, passando da meno un metro e 60 sullo zero idrometrico a meno uno rilevato dalla centralina di Monte del Lago. “Dopo le difficoltà dello scorso anno, temevamo che il bacino arrivasse all’estate in grande sofferenza”, ha detto Sandro Costantini, dirigente della Regione addetto al rischio idrogeologico, idraulico e sismico. “Le piogge di queste settimane – ha aggiunto – stanno invece permettendo al Trasimeno di restare sui livelli acquisiti in inverno. In genere in primavera il lago inizia sempre la sua fase calante, che si accentua con la stagione estiva, quest’anno ci arriviamo con un livello di acqua che ci induce a pensare che peggio dello scorso anno non può andare. Il Trasimeno – ricorda il dirigente – è un lago ampio e basso, basta una giornata di sole con vento di tramontana per perdere uno-due centimetri di acqua. Cosa ci riserverà l’estate non lo possiamo sapere dal punto di vista meteorologico, ma arrivarci con questi livelli è sicuramente positivo”, sottolinea Costantini. Che ricorda come l’andamento del lago “sia da sempre particolarmente altalenante”. “Comunque – ricorda – il Trasimeno è sempre un po’ in sofferenza, in tanti anni di professione solo una decina di anni fa lo ricordo essere salito allo zero idrometrico”, dice il dirigente.

 
 

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *