La messa in discussione del superbonus 110 % potrebbe rallentare anche la ricostruzione

Paventa che “la ricostruzione post terremoto possa andare incontro a un ulteriore rallentamento” il presidente di Ance, l’associazione dei costruttori edili, Perugia, Moreno Spaccia, che commenta la situazione legata al superbonus. “Il superbonus 110% – sostiene Spaccia – ha due meriti: dare un contributo decisivo alla ripresa economica e agevolare l’efficientamento energetico e sismico del patrimonio edilizio contribuendo al raggiungimento degli obiettivi che il nostro Paese si è dato in materia di risparmio energetico e decarbonizzazione. In tale prospettiva Ance ha sempre sostenuto che sarebbe utile evitare di introdurre novità normative con cadenza settimanale e dare invece stabilità e certezza ai cittadini e alle imprese e rendere strutturale questa misura. Non si può negare che ci siano state anche frodi e fenomeni distorsivi nell’utilizzo di questo strumento, anche se i dati dell’Agenzia delle Entrate dimostrano che le frodi riguardano soprattutto altri bonus meno regolamentati”. “Crediamo sia sbagliato nei confronti dei cittadini e delle imprese oneste privarsi di un provvedimento che, seppur migliorabile, ha dimostrato di poter dare un decisivo contributo all’economia del Paese e all’ambiente” conclude Spaccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *