Palazzo dei Priori ospiterà un ambizioso progetto che prevede anche la partecipazione a bandi nazionali

Lo Studium sarà collegato alla Corsa all'Anello

Il palazzo dei Priori ospiterà infatti un nuovo studium “In Arte Veteri”, sulle orme dello studium inaugurato nel 1305 per l’educazione del clero e per i laici dediti alle lettere ed alle scienze quando la stessa Narni era un centro di fermento culturale di alto livello a grazie a maestri di arti liberali, giureconsulti, medici, fisici, chirurghi.
Lo Studio, che sarà organo funzionale della Corsa all’Anello, avrà la stessa identica organizzazione delle università medievali, sia a livello gestionale che a livello strutturale. Saranno presenti sia le arti puramente intellettuali (le liberali) che quelle concrete (le meccaniche), il tutto gestito da rettore, procuratori, maestri e bidelli. Concretamente lo Studio si occuperà quindi della creazione di progetti, compresi quelli per la partecipazione ai bandi, pubblicazioni, organizzazione di conferenze, organizzazione di corsi e workshop, gestirà le pubblicazioni e gli aperitivi delle pergamene. Come nel Medioevo, inoltre, si avvarrà della collaborazione di docenti provenienti da tutta Italia, in una sezione scientifica esterna che fungerà da organo di consultazione sia per lo Studium stesso che per i terzieri della Corsa all’Anello. Si terranno corsi di avvicinamento alle arti del Medioevo, non solo dal punto di vista dell’approfondimento storico, ma anche della creazione di manufatti, dando un nuovo impulso all’artigianato e sviluppando nuove professionalità. Il primo piano di palazzo dei Priori ospiterà inoltre il museo “multimedievale”, in corso di allestimento, che sarà affiancato da oggetti, frutto di alte arti e di altro sapere, come costumi, strumenti musicali, gioielli, armi e bandiere.

Sottotitolo, qui inserire il paragrafo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *