In ballo c’è l’investimento per un miliardo di euro annunciato da Giovanni Arvedi

Procede senza apparenti ostacoli la procedura che porterà il gruppo Arvedi a realizzare il piano industriale da un miliardo di euro annunciato per l’acciaieria di Terni. Un investimeno che sarà sostenuto anche con i fondi del Pnrr. “Abbiamo appena concluso un incontro positivo e utile a individuare un percorso rispetto agli obiettivi che concordemente ci siamo dati”. Lo dichiara il sindaco Leonardo Latini dopo partecipato, insieme al vicesindaco e assessore all’ambiente Benedetta Salvati, al tavolo convocato a Roma nella sede del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica sulle prospettive dell’area industriale ternana e in particolare dell’Acciai Speciali Terni. All’incontro tecnico hanno preso parte i rappresentanti del Governo, con il viceministro del ministero dell’Ambiente Vannia Gava, la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei con l’assessore regionale Michele Fioroni, oltre ai rappresentanti del Gruppo Arvedi, proprietario di Ast e i tecnici del Mase, del ministero delle imprese e del Made in Italy e di Invitalia. “Ci sono stati impegni precisi e circostanziati da parte di tutti i soggetti e degli enti che hanno preso parte al tavolo – ha detto ancora il sindaco Latini – con l’obiettivo di arrivare alla definizione dell’accordo di programma in tempi rapidi e consentire dunque lo sviluppo dei progetti industriali per l’area ternana”. Il governo sosterrà gli interventi relativi alla decarbonizzazione ed il piano industriale nel suo complesso che prevede il recupero della produzione di acciaio magnetica, specializzazione storica dell’acciaieria ternana e dismessa nel 2005 dalla Thyssenkrupp.

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *