Dopo il sequestro preventivo di venti milioni al patron di Ternana ed Unicusano, la magistratura ha parzialmente revocato il provvedimento

Alcuni conti correnti, tra cui quello della Ternana calcio, sono stati sbloccati e questo ci permetterà di far fronte al pagamento degli stipendi dei nostri dipendenti e di onorare tutti gli altri impregni”: è quanto annuncia Stefano Bandecchi, presidente dell’Università telematica Niccolò Cusano e della società rossoverde che milita nel campionato di serie B. Conti che erano stati congelati a seguito dell’attività investigativa della guardia di finanza della capitale per una presunta evasione fiscale dell’Ateneo, con il sequestro preventivo di circa 20 milioni di euro. “Stiamo riacquisendo la normale operatività anche nell’Università, dove si continua a fare lezioni ed esami, anche se la vicenda moralmente ha toccato i nostri collaboratori che, però, a fine mese riceveranno regolarmente il proprio stipendio”, sottolinea ancora Bandecchi. “Noi andiamo avanti convinti della nostra correttezza”, conclude il presidente.

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *