Intanto i lavoratori a cui non vengono pagati gli stipendi a mesi sono rimasti privi anche degli ammortizzatori sociali

E’ stato fissato dal tribunale in un milione e mezzo di euro il prezzo minimo per comprare all’asta la Trafomec di Tavernelle, azienda attualmente di proprietà cinese, che opera nella produzione di motori, generatori e trasformatori elettrici. L’avviso è stato pubblicato subito prima della fine del 2022 dai due curatori fallimentari Giuseppe Fornari e Stefano Mazzuoli, nominati dal tribunale di Perugia a seguito della dichiarazione d’insolvenza del vecchio proprietario, l’imprenditore cinese Xiang Xiong Cao di cui non si riescono più a trovare le tracce. L’asta riguarda un ramo d’azienda a cui fanno riferimento quarantacinque rapporti di lavoro, tredici impiegati e trentadue operai, tutti in fase di cessazione; macchinari; automezzi; marchi e brevetti. Sono esclusi dal trasferimento gli edifici, che sono già stati ceduti, e i debiti verso i lavoratori maturati negli ultimi mesi di attività dell’impresa. Da mesi il proprietario cinese ha smesso di pagare gli stipendi ai dipendenti che non usufruscono più nemmeno degli ammortizzatori sociali e che saranno ora costretti a cessare definitivamete il proprio rapporto di lavoro il 19 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *